Legge di bilancio 2018: ritoccate le date legate all’attività svolta dai Centri di assistenza fiscale 20 febbraio 2018

ScadenzaSecondo quanto riporta un’analisi di Fiscooggi, il giornale on line dell’Agenzia delle Entrate “tra le varie novità previste dalla Legge di bilancio 2018, vi sono anche modifiche delle scadenze previste per chi svolge assistenza fiscale a imprese e dipendenti”.

Secondo l’analisi di Fiscooggi si stabilisce che il modello 730 può essere presentato:

  • “entro il 7 luglio dell’anno successivo a quello cui si riferisce la dichiarazione, al proprio sostituto d’imposta, che presta l’assistenza fiscale (scadenza invariata – il 7 luglio 2018 cade di sabato, quindi il termine slitta al 9 luglio);
  • entro il 23 luglio dell’anno successivo a quello cui si riferisce la dichiarazione, a un Caf-dipendenti, unitamente alla documentazione necessaria all’effettuazione delle operazioni di controllo (il termine precedentemente previsto era il 7 luglio)”.

Inoltre viene disciplinata anche “l’assistenza fiscale prestata dai Caf-dipendenti che provvedono a:

  • “comunicare all’Agenzia delle entrate, in via telematica, il risultato finale delle dichiarazioni (è stata eliminata la scadenza del 7 luglio per tale adempimento);
  • consegnare al contribuente, prima della trasmissione della dichiarazione, copia della dichiarazione dei redditi elaborata e il relativo prospetto di liquidazione (anche in questo caso è stata eliminata la scadenza del 7 luglio);
  • trasmettere in via telematica all’Agenzia delle entrate le dichiarazioni predisposte;
  • conservare le schede relative alle scelte per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’Irpef fino al 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di presentazione;
  • conservare copia delle dichiarazioni e dei relativi prospetti di liquidazione, nonché della documentazione a base del visto di conformità, fino al 31 dicembre del quarto anno successivo a quello di presentazione”.

“I Caf-dipendenti e i professionisti abilitati – spiega ancora Fiscooggi – fermo restando il termine del 10 novembre per la trasmissione delle dichiarazioni integrative, comunicano all’Agenzia delle entrate il risultato finale delle dichiarazioni, consegnano al contribuente la copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione e trasmettono all’Agenzia le dichiarazioni predisposte, entro i seguenti termini:

  • il 29 giugno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno;
  • il 7 luglio, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno (per il 2018, il termine slitta al 9 luglio, dato che il 7 cade di sabato);
  • il 23 luglio, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1° al 23 luglio”.
Confesercenti Servizi RSS Feed Se questo articolo ti è sembrato interessante iscriviti al nostro RSS Feed per rimanere aggiornato sui nuovi articoli di Confesercenti Servizi.
Scritto da Confesercenti Servizi - © RIPRODUZIONE RISERVATA